2017/2018

2016/2017

2015/2016

2014/2015

2013/2014

2012/2013

2011/2012

2010/2011

2009/2010

2008/2009

2007/2008

2006/2007

2005/2006

2004/2005

7.5.12

Il richiamo (2012)
di Stefano Pasetto

C'è una cosa che mi affascina dei film brutti, ma brutti oltre ogni possibilità di salvezza e oltre ogni decenza, che si rivelano tali dopo meno di un minuto.
Così è anche per Il richiamo, che dopo aver inquadrato un po' di polli attaccati ai rulli e ai macchinari che li mandano al macello, passa ad un gruppo di donne che lavorano ai suddetti macchinari e in tre battute (recitate e doppiate malissimo) chiarisce il suo statuto. E non è semplice perdere tutta la disponibilità e la fiducia del tuo pubblico con quattro scambi di battute, subito.

Il resto del film ingrandisce, ribadisce, reitera e continua quel lavoro fatto all'inizio, cioè la proposizione di un immaginario a modo suo anche originale fatto di estero (più che altro Argentina) e scenari inusuali, in cui si muovono alcuni tra i peggiori personaggi mai scritti, intenti ai più alti voli pindarici mentre le loro vite crollano in un misto di lavori popolari e istanze di libertà.
C'è tutto in Il Richiamo, specie la volontà di disegnare con la vaghezza espressiva dei capolavori un universo simbolico molto terra terra e banale, che è sì vago a sufficienza come si vorrebbe, per far in modo che nella sua indeterminatezza si possano cogliere le idee più alte, ma poi è totalmente incapace di generare tali idee con il suo racconto o il suo solo svolgersi. Il risultato è il regno dell'implausibilità e dei caratteri estremi.

Insomma Il richiamo è un film che vorrebbe essere il massimo ma non ci riesce, e si distingue dalla massa per l'ingenuità con la quale fallisce il suo obiettivo, l'incoscienza con la quale viene portato avanti nonostante la palese inadeguatezza e l'incredibile noia che una storia pur condita di svolte narrative riesce a generare. A modo suo magistrale, peccato non riesca mai ad essere davvero involontariamente comico.

UPDATE:
 
Con incredibile prontezza di riflessi Antar nei commenti linka la clip su youtube dei primi 15 minuti del film. Purtroppo non è doppiata come quella da me vista (che uscirà in sala), il che gli leva un po' dello straniante e del falso, ma l'assurdità c'è ancora tutta. Enjoy
Posta un commento
Creative Commons License
...ma sono vivo e non ho più paura! by Gabriele Niola is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.